Comunicati stampa

19 febbraio 2018
Riforma dell’ordinamento penitenziario: Il Garante nazionale critico sul parere della Commissione Giustizia del Senato

Con una nota inviata oggi al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale ha espresso le proprie considerazioni critiche sul parere della Commissione Giustizia del Senato sullo schema di decreto legislativo di riforma dell’ordinamento penitenziario.
Al contempo, il Garante ha formulato l’auspicio che il Governo porti a termine la strada intrapresa e, compatibilmente con gli adempimenti procedurali previsti dalla legge, emani il decreto legislativo nella sua forma originaria.

06 febbraio 2018
Il Garante nazionale privati libertà e la nuova sfida del monitoraggio delle strutture per persone con disabilità

Incontro con la stampa del Garante nazionale dei diritti e delle persone detenute o private della libertà personale, Mauro Palma, sul tema delle strutture per persone con disabilità: lunedì 12 febbraio, ore 11,00 nella Sala Riunioni della sede del Garante nazionale, I piano, via San Francesco di Sales 34, 00165 Roma

25 gennaio 2018
Norme e Normalità

Lunedì 29 gennaio 2018 presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà presenta Norme e normalità. Si tratta della raccolta delle Raccomandazioni indirizzate in questo primo anno di attività all’Amministrazione penitenziaria a seguito delle visite fatte a 59 Istituti di detenzione, nelle diverse sezioni di tutti i livelli di specialità e sicurezza (incluse tutte le sezioni del 41-bis).

20 gennaio 2018
Disordini a Lampedusa: Il Garante nazionale conferma visita all’hotspot

Roma, 20 gennaio 2017. Il Garante nazionale delle persone detenute o private della libertà personale aveva da tempo programmato una nuova visita all’hotspot di Lampedusa per verificare in che modo le autorità locali e nazionali hanno ritenuto di affrontare le criticità in passato più volte segnalate. Il recente suicidio di un ospite della struttura e poi i disordini verificatisi nelle ultime ore rendono ancora più opportuno un sopralluogo del Garante nazionale sull’isola. Nella mattinata di mercoledì 24 gennaio, alle ore 10.00, presso l’Ufficio del Garante regionale siciliano (Viale Regione siciliana 2246, sesto piano, Palermo) il Garante nazionale incontrerà la stampa per riportare impressioni ed esiti della visita nell’hotspot di Lampedusa e fare il punto della situazione sulle strutture di privazione della libertà dei migranti irregolari presenti in Italia.

22 dicembre 2017
Soddisfazione del Garante nazionale per l'approvazione della riforma dell'ordinamento penitenziario

Il Garante nazionale esprime soddisfazione per l'approvazione preliminare da parte del consiglio dei Ministri del decreto legislativo di riforma dell'ordinamento penitenziario in attuazione della legge delega dello scorso luglio.

18 dicembre 2017
Monitorato il rimpatrio forzato di 30 cittadini tunisini


Lo scorso 18 dicembre, il Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale ha monitorato un’operazione di rimpatrio di trenta cittadini tunisini, trattenuti negli hotspot di Lampedusa e di Trapani.


Il volo charter di rimpatrio, organizzato dalla Direzione centrale dell’immigrazione del Dipartimento di P.S., partito da Roma, ha fatto tappa negli aeroporti di Lampedusa e di Palermo. I rimpatriandi sono stati presi in consegna dal dispositivo di scorta della Polizia di Stato, formato da 80 persone, tra uomini e donne. Il monitor del Garante Nazionale, formato da tre componenti dello staff e da un esperto, ha assistito a tutte le fasi dell’operazione: dalla notifica dei provvedimenti di rimpatrio, ai controlli di sicurezza, alle audizioni con la rappresentante del Consolato tunisino per l’emissione dei lasciapassare presso lo scalo aereo palermitano.


Successivamente l’aeromobile è ripartito da Palermo verso Hammamet, dove i cittadini tunisini respinti sono stati presi in consegna dalle locali autorità tunisine. Il volo ha fatto infine ritorno a Roma.


Durante l’operazione non si sono verificati incidenti, sebbene l’area dell’aeroporto di Palermo dove si sono svolte la gran parte delle procedure relative al volo di rimpatrio presenti ancora gravi deficienze strutturali. Il Garante Nazionale le segnalerà dettagliatamente nel rapporto di monitoraggio che sarà inviato nelle prossime settimane ai vertici del Dipartimento della P.S.


Il Garante Nazionale prosegue l’attività di monitoraggio dei rimpatri forzati, che gli è stata affidata in base alla Direttiva 115/CE/2008.

11 dicembre 2017
Consegnato al Ministro della giustizia l'ultimo parere del Garante nazionale sui testi di riforma dell'ordinamento penitenziario

Il Garante nazionale ha concluso l’esame dei testi dello schema di decreto legislativo relativo alla legge di delega 23 giugno 2017 n. 103 per le parti relative alla riforma dell’ordinamento penitenziario e del sistema delle misure sicurezza e alla definizione dell’ordinamento penitenziario minorile.

Nel consueto spirito di collaborazione, ha inviato al Ministro della Giustizia il proprio parere articolato e dettagliato su questo ultimo insieme di provvedimenti relativi al sistema delle misure di sicurezza.

01 dicembre 2017
Inviato al Ministro della Giustizia il parere del Garante nazionale sul testo sulle misure alternative

Continua l’esame dei testi dello schema di decreto legislativo relativo alla legge delega n.103/2017 sulla riforma dell’ordinamento penitenziario da parte del Garante nazionale. Oggi il Garante ha inviato al Ministro della Giustizia il proprio parere articolato e dettagliato sulla parte relativa al tema delle misure alternative alla detenzione e del volontariato.

28 novembre 2017
Monitorato il rimpatrio forzato di 39 cittadini tunisini

Il 26 e il 27 novembre scorsi, il Garante Nazionale ha monitorato un’operazione di rimpatrio forzato organizzata dalla Direzione centrale dell’immigrazione della Polizia di Stato. I 39 cittadini tunisini rimpatriati provenivano dai Centri per il rimpatrio di Bari e di Caltanissetta.
Per la prima volta il Garante ha anche seguito il trasferimento in autobus di un gruppo di rimpatriandi provenienti dal nuovo centro per il rimpatrio di Bari diretti a Roma-Fiumicino, trasferimento avvenuto nella notte tra domenica 26 e lunedì 27 scorso. Tutti i cittadini tunisini colpiti da provvedimento di rimpatrio sono giunti all’aeroporto di Palermo nella mattinata del 27 novembre per le audizioni consolari al termine delle quali sono stati accompagnati dalla scorta della polizia a bordo di un charter con destinazione finale Hammamet dove sono stati consegnati alle autorità locali.

22 novembre 2017
Giustizia riparativa e ordinamento penale minorile: inviato al Ministro della Giustizia il parere del Garante nazionale

Al termine dell’esame della seconda parte dei testi dello schema di decreto legislativo relativo alla legge delega n.103/2017 sulla riforma dell’ordinamento penitenziario, il Garante nazionale ha inviato oggi il proprio parere al Ministro della Giustizia.