Relazione al Parlamento 2018

Relazione al Parlamento 2018

Il 15 giugno alle ore 10 presso la Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale ha presentato la Relazione al Parlamento 2018.

Relazione al parlamento 2017

Relazione al Parlamento 2017

Martedì 21 marzo 2017, alle ore 10, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, Mauro Palma, ha presentato la Relazione al Parlamento 2017.

Locandina Norme e Normalità 2018

Norme e Normalità

Lunedì 29 gennaio 2018, presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà ha presentato Norme e normalità, La raccolta delle Raccomandazioni indirizzate in questo primo anno di attività all’Amministrazione penitenziaria a seguito delle visite fatte a 59 Istituti di detenzione, nelle diverse sezioni di tutti i livelli di specialità e sicurezza (incluse tutte le sezioni del 41-bis).

Lo Stato NON uccide

Lo Stato non uccide

La democrazia, la libertà, i diritti non sono conquistati una volta per tutte. Essi rappresentano un patrimonio da tutelare, rafforzare e consegnare alle generazioni future. È dunque in questa prospettiva che si pone la collana Da dove, per ricordare le battaglie fatte e vinte, ma anche la strada ancora da percorrere per continuare la marcia per l’affermazione, il consolidamento e il progresso dei diritti delle persone.
Gli ambiti trattati sono quelli che rientrano nel mandato del Garante nazionale e cioè la privazione della libertà personale nei diversi contesti in cui si realizza, da quella di ambito penale a quella di tipo amministrativo, a quella in ragione sanitaria fino a quella che si determina in situazioni in cui alla persona non è riconosciuta autonomia decisionale e l’istituzione assume il compito di determinare la sua quotidianità.
Il primo volume, Lo Stato non uccide, è sulla pena di morte con documenti, testimonianze, discorsi su un diritto, quale quello alla vita, ancora non pienamente affermato in tutto il mondo.