Ordinamento Penitenziario

Giudizio di attesa del Garante nazionale sul Decreto del Governo in materia penitenziaria

Roma, 3 agosto 2018 - Sul filo di lana della scadenza il Governo ha approvato, in via preliminare, un Decreto che dà corpo ad alcune delle deleghe ricevute un anno fa dal Parlamento in materia penitenziaria.
Mancano alcuni punti di delega all’appello: l’assenza di tutti quelli relativi alle misure alternative e al loro possibile accesso, e di quelli relativi all’abolizione di automatismi che attualmente ne precludono l’accesso, rende il decreto approvato – in attesa di conoscerne il testo – comunque di ‘sapore’ diverso da quanto prospettato con la lunga operazione degli Stati generali e portato avanti dal passato governo. Non poteva essere diverso: il governo in carica ha sempre sostenuto di non condividere l’approccio alle misure alternative né come elemento di progressiva graduale flessibilità dell’esecuzione penale e tantomeno come modalità di riduzione dell’affollamento in carcere.